Pinocchio nacque a Lucca ?!

La storia che vi raccontiamo narra dei natali di Pinocchio, aneddoto o storia vera sicuramente il fatto è singolare. L'abbiamo trovata su testi scritti da Dino Grilli su "i lucchesi di una volta". Poichè Pinocchio è un personaggio dell'infanzia di tutti i bambini, il racconto ci ha colpito e vogliamo condividere con voi questa storia.

A sud della chiesa di San Frediano c'è via dellAnquillara. In questa via esisteva, alla fine dell'ottocento, una osteria denominata "Osteria delle Donnine". Questo locale era frequentato da [[Carlo Collodi]] all'anagrafe Carlo Lorenzini (nato a Firenze il 24/11/1826, morto a Firenze il 26/11/1890), segretario di Prefettura a Firenze, ma che, per ragioni di lavoro, capitava spesso a Lucca, dove aveva amicizia con Ferruccio Pieri, Ferdinando Martini e Carlo Paladini.

Sembrerebbe infatti che proprio in quelle salette nacque nel 1877 a Carlo Lorenzini in arte Collodi, (lo pseudonimo utilizzato dal Lorenzini, altro non era che il nome della frazione, Collodi appunto, di Pescia di cui era originaria la madre e dove trascorse parte dell'infanzia) l'idea di scrivere il suo capolavoro Pinocchio.
Fu infatti in quella osteria che Collodi conobbe il padre di Pilade Franceschi il calzettaio, che aveva una bottega di giocattoli nel Fillungo. Pare che il Franceschi abbia parlato a Lorenzini di un partita di marionette acquistata e di avergliela mostrata. Si racconta dell'entusiasmo che manifestò il Lorenzini nel vedere questi burattini, e in particolare per uno, tutto svestito e fatto di stoppa. Lo ammirò, lo studiò a lungo e ... Il 7 luglio 1881, sul primo numero del periodico per l'infanzia "Giornale dei bambini" (pioniere dei periodici italiani per ragazzi diretto da Fernandino Martini), uscì la prima puntata de Le avventure di Pinocchio, con il titolo Storia di un burattino.
Secondo il Franceschi era lecito, e a noi piace, ricondurre a quell'incontro la nascita del famoso burattino di legno conosciuto in tutto il mondo.

 

  • Visite: 10886

2019 - LeonardoUno.net
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.