PDL locale è ormai completamente esautorato

E' con dispiacere che assistiamo al sostanziale depotenziamento del PDL lucchese sia a livello comunale che provinciale. Uno dei motivi del contrasto che ha portato alla costituzione di Forza Lucca era quella relativa alla necessità che almeno il coordinatore comunale lucchese del PDL fosse scelto ascoltando le indicazioni degli iscritti e dei rappresentanti in consiglio comunale, in giunta e nelle circoscrizioni. Invece dopo oltre un anno di discussione si è visto che niente è cambiato rispetto al dirigismo che avevamo sempre denunciato. Dopo l'infelice scelta di un coordinatore pisano (!!!) per il provinciale lucchese giovanile, il PDL fiorentino ha deciso per il coordinamento comunale di Lucca, di nominare ben cinque persone, per di più con pari poteri con ruoli quindi stridenti tra loro e senza essere riusciti a fare una sintesi tra le diverse anime. Il tutto senza una minima riunione tra gli iscritti e gli eletti.

Mentre il partito a livello locale langue, le scelte vengono fatte a Firenze e a Roma, come nel caso del candidato a presidente della Provincia, nonostante molti lucchesi ritengano che Maurizio Marchetti potesse essere il miglior candidato. Ovviamente tutto questo avviene senza che a livello locale ci sia stata una sola riunione per verificare se la base era d'accordo con queste scelte.

Si accoda ossequiosamente a queste decisioni calate dall'alto, il "pentacoordinamento" del PDL lucchese, che non si pronuncia, anche se sono scelte fondamentali per la politica del partito, ma invece si impegna esclusivamente a mettere i bastoni tra le ruote al Sindaco Favilla su atti amministrativi come i varchi telematici o i parcheggi per i residenti che erano nel programma iniziale!
Siamo sempre più convinti della bontà della nostra scelta, ancorchè dolorosa e sofferta, di lasciare il PDL locale, e ci chiediamo se i tanti attivisti che un tempo riempivano la sede di Forza Italia, da cui noi proveniamo, trovano ancora qualche motivazione per restare nel partito locale.

Leonardo Bandettini

Leonardo Di Sacco

“Forza Lucca, il nostro amore per la città”

E’ con dispiacere che assistiamo al sostanziale depotenziamento del PDL lucchese sia a livello comunale che provinciale. Uno dei motivi del contrasto che ha portato alla costituzione di Forza Lucca era quella relativa alla necessità che almeno il coordinatore comunale lucchese del PDL fosse scelto ascoltando le indicazioni degli iscritti e dei rappresentanti in consiglio comunale, in giunta e nelle circoscrizioni. Invece dopo oltre un anno di discussione si è visto che niente è cambiato rispetto al dirigismo che avevamo sempre denunciato. Dopo l’infelice scelta di un coordinatore pisano (!!!) per il provinciale lucchese giovanile, il PDL fiorentino ha deciso per il coordinamento comunale di Lucca, di nominare ben cinque persone, per di più con pari poteri con ruoli quindi stridenti tra loro e senza essere riusciti a fare una sintesi tra le diverse anime. Il tutto senza una minima riunione tra gli iscritti e gli eletti.

 

Mentre il partito a livello locale langue, le scelte vengono fatte a Firenze e a Roma, come nel caso del candidato a presidente della Provincia, nonostante molti lucchesi ritengano che Maurizio Marchetti potesse essere il miglior candidato. Ovviamente tutto questo avviene senza che a livello locale ci sia stata una sola riunione per verificare se la base era d’accordo con queste scelte.

 

Si accoda ossequiosamente a queste decisioni calate dall’alto, il “pentacoordinamento” del PDL lucchese, che non si pronuncia, anche se sono scelte fondamentali per la politica del partito, ma invece si impegna esclusivamente a mettere i bastoni tra le ruote al Sindaco Favilla su atti amministrativi come i varchi telematici o i parcheggi per i residenti che erano nel programma iniziale!

Siamo sempre più convinti della bontà della nostra scelta, ancorchè dolorosa e sofferta, di lasciare il PDL locale, e ci chiediamo se i tanti attivisti che un tempo riempivano la sede di Forza Italia, da cui noi proveniamo, trovano ancora qualche motivazione per restare nel partito locale.

Politica

  • Visite: 4842

2019 - LeonardoUno.net
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.